Scolpire l'anima

Viviamo in un epoca in cui il lavoro è il tema dominante di ogni discussione. Purtroppo la crisi, privandocene, l’ha posto come problema centrale della società italiana, nonché europea. Noi però, pur riconoscendo la gravità di questa mancanza, vogliamo parlarvene in una diversa declinazione, denunciando ancora un’assenza (perpetrata dalla società moderna), che è mancanza di vitalità. Il capitalismo, infatti, ha reso il lavoro un puro strumento di sussistenza. La produzione in serie, che trova la sua unica giustificazione in un mondo devoto al consumo, ha reso così l’opera del lavoro priva di ogni contenuto individuale. Per fortuna ancora oggi esistono persone che come definite da John Ruskin, credono fortemente nel lavoro come accrescimento ed espressione dell’anima. Una di queste vive a San Cataldo: è lo scultore Antonio Carlucci che con il suo lavoro artistico intreccia una stretta relazione con quello che era il lavoro artigianale di un tempo, vero strumento di crescita delle civiltà che ci hanno preceduto. In un mondo in cui l’automazione ha reso il lavoro un puro atto meccanico, Antonio, seppur per hobby, con il suo intagliare si sente vivo; in grado di immaginare e creare; di dare forma ad un pensiero. “Ci sono cose che non possono essere insegnate e tramandate – ci racconta – e la scultura e’ una di queste. Questa mia passione è nata provando ad imitare mio padre che da sempre ha lavorato il legno per ricavarne utensili di vario tipo. Da lui ho appreso informazioni sui materiali e su alcuni processi necessari alla lavorazione del legno; ma la manualità non e’ cosa che si apprende, e’ una dote innata. Provenendo da una famiglia contadina mi viene molto facile rappresentare scene della mia infanzia, ancora oggi vive nei nostri piccoli paesi. Momenti di vita e di valori che cerco di trasferire alle nuove generazioni a volte restie nel ricordarle”. Ringraziamo il nostro amico Antonio e vi diamo appuntamento al prossimo numero. “Il miglior riconoscimento per la fatica fatta non è ciò che se ne ricava, ma ciò che si diventa grazie a essa.”

Associazione don Chisciotte - il Bellese n. 35 di novembre 2013 - pag. 24

Allegati:
Scarica questo file (iB35_nov-2013_pag-024.pdf)iB35_nov-2013_pag-024.pdf187 kB
Browse top selling WordPress Themes & Templates on ThemeForest. This list updates every week with the top selling and best WordPress Themes www.bigtheme.net/wordpress/themeforest